Santuario del Marzale, un evento storico: la tregua

Nel 1098 Matilde di Canossa cedeva Crema e l'isola Fulcheria a Cremona facendole terminare il periodo di autonomia da libero comune; è probabile che dietro tale azione vi fossero pressioni esercitate da Cremona, anche col fine di bloccare l'influenza, se non proprio un'espasione di Milano verso il Po, visto che questo comune era un naturale alleato di Crema.

Questo atto diede avvio ad una lunga serie di sanguinose battaglie, assedi e conflitti (tra i quali quello celebre di Crema con protagonista Federico Barbarossa nel 1160) durata oltre un secolo.

Il 20 ottobre 1202 le forze contendenti si stavano preparando ad un'altra battaglia: i cremonesi erano posti nella valle del Serio Morto; i cremaschi, che potevano contare su un'alleanza con Milano e Lodi, stavano sulla costa del Marzale.

Quali siano le reali ragioni per le quali non si arrivò allo scontro non ci è dato sapere: forse erano troppo numerose le forze impiegate dall'alleanza Crema-Milano-Lodi contro Cremona e quest'ultimi pensarono che uno scontro non avrebbe portato altro che ad una molto probabile sconfitta ed un elevato numero di perdite. Ad ogni modo non si giunse ad alcuna battaglia.

Dopo due giorni di difficili trattative, presso la chiesa del Marzale (in campus apud ecclesiam S. Maria de Marzalo) i contendenti giurarono che per cinque anni avrebbero osservato una tregua.

Il 22 ottobre il trattato di tregua fu rattificato e firmato da 23 milanesi, 2 lodigiani, 4 cremaschi e 22 cremonesi.

Il protocollo firmato era di quattro parti:

  • la prima è un preambolo con i nomi dei mediatori e promotori della tregua, i podestà di Brescia e Manerbio, più otto testimoni e i podestà di Milano, Lodi, Crema e Cremona;
  • la seconda parte contiene le stipulazioni giurate: il rispetto della tregua dal 29 giugno 1202 al 29 giugno 1203, quindi da questo giorno fino al quinquennio successivo, la liberazione dei prigionieri, la restituzione delle prede di guerra, le disposizione in caso di violazione degli accordi;
  • la terza parte contiene le firme.

Questo evento fu storico poiché fu il primo tentativo di riconciliazione ed diede un nuovo corso nelle relazioni tra le due città rivali; non fu stabilita una concordia definitiva e stabile, perché altri minori combattimenti si svolsero fino al 1230, ma dopo oltre un secolo di battaglie sanguinose iniziava una primo avvio verso una pace duratura.

Cronologia degli eventi prima della tregua

  • 1098. Matilde di Canossa cede Crema a Cremona.
  • 1110. Battaglia di Bressanoro: l'alleanza Crema-Milano batte Cremona.
  • 1116. Presa di Crema e devastazione.
  • 1130. Assedio di Crema.
  • 1133. Assedio di Crema.
  • 1139. Battaglia della Motta (Ripalta Arpina): l'alleanza Crema-Milano batte Cremona. Una cappella ne ricorda l'evento e vi sono raccolte le ossa dei Caduti.
  • 1159-1160. Celebre assedio di Crema con Federico Barbarossa spalleggiato dai cremonesi. Si tratta di uno tra i più lunghi e duri assedi di quell'epoca, con atrocità compiute da entrambe le parti.
  • 1195. Battaglia dell'Albera (Salvirola): l'alleanza Crema-Milano batte l'alleanza Cremona-Bergamo.
  • 1197. Battaglia di Castelleone: l'alleanza Crema-Milano batte Cremona che perde il carroccio.
  • 1202. Tregua del Marzale.
 Ultimo aggiornamento: 20/09/2017
Gaetano Previati, Gli ostaggi di Crema, 1879 (Crema, Museo civico di Crema e del Cremasco)
Gaetano Previati, Gli ostaggi di Crema, 1879 (Crema, Museo civico di Crema e del Cremasco), uno degli episodi simbolo dell'assedio di Crema del 1159/1160.

Servizio di newsletter

Vuoi essere regolarmente informato sulle attività amministrative?
Iscrivi il tuo indirizzo di posta elettronica per rimanere sempre informato sulle notizie ed eventi...


Premendo il pulsante "Iscrivimi" sarai indirizzato ad una pagina per confermare il trattamento dei dati personali.


Contatta il Comune
Un pratico modulo da compilare per corrispondere direttamente con gli uffici comunali.


Sportello sanzioni on-line Polizia locale
Con questo servizio potete accedere ai dati relativi alle sanzioni amministrative elevate a vostro carico.


URP OnLine
Se ti iscrivi puoi inviare segnalazioni, suggerimenti e reclami.


Refezione scolastica
Gestisci in autonomia le ricariche del servizio di refezione scolastica.

torna all'inizio del contenuto