Chiesa di san Pietro in vincoli: la struttura architettonica

La chiesa si presenta esternamente con un impianto compatto, di cui rimane nascosto alla vista tutto il lato occidentale, visibile soltanto dalla corte interna della casa parrocchiale; il fronte usufruisce di un limitato spiazzo antistante che gli dona respiro ed ariosità.

La facciata, caratterizzata da un alto timpano triangolare e da due nicchie dal profilo arcuato, è scandita da semplici lesene in mattoni a vista che si stagliano su pareti intonacate, allo stesso modo del fronte settentrionale (ulteriormente ritmato da oculi vetrati che illuminano le cappelle interne).

Interno della chiesa parrocchiale
L'interno

Attualmente l'interno della chiesa si sviluppa in un'unica navata suddivisa in cinque campate rettangolari; una serie di archi acuti, poggianti su una ampia fascia in cotto, sostengono la copertura a due falde. Ogni cappella è definita da setti murari campiti con specchiature dipinte a finto marmo che racchiudono archi a tutto sesto, impreziositi da fregi in cotto. Le porzioni di lesene che raggiungono il cornicione interno sono ornate con candelabre monocrome mentre nei pennacchi triangolari laterali sono stati raffigurati, entro tondi, i busti degli evangelisti.

Le prime due campate (cui corrispondono le cappelle del Battistero, di San Pietro, della Madonna del Rosario e la cappella oggi dedicata a San Rocco e San Sebastiano), sono frutto dell'ampliamento settecentesco voluto dall'allora commendatario Cardinale Marcello Durazzo: ed è proprio l'impianto settecentesco che ancora oggi permane nella struttura della parrocchiale di San Pietro. Prima di tale ristrutturazione la chiesa prevedeva tre campate con la facciata principale adornata da un timpano elegantemente definito da due volute laterali (a supporto di questa ricostruzione esistono anche le osservazioni dirette sulle strutture murarie della fabbrica, dove si nota un'evidente diversità tra le dimensioni dei pilastri tra le ultime due campate, di 71-74 cm, e quello del setto che doveva corrispondere alla parete della facciata, di cm 90-92) e provvisto di uno snello campanile (quest'ultimo costruito solo nel 1617). L'immagine dell'edificio quattrocentesco venne fissata nel dipinto del Barbelli eseguito nel 1633 e che oggi è possibile ammirare all'interno della chiesa.

Estratto della tela del Barbelli con la chiesa nel XV secolo
Estratto della tela del Barbelli con la chiesa nel XV secolo
 Ultimo aggiornamento: 06/09/2017
La facciata
La facciata

Servizio di newsletter

Vuoi essere regolarmente informato sulle attività amministrative?
Iscrivi il tuo indirizzo di posta elettronica per rimanere sempre informato sulle notizie ed eventi...


Premendo il pulsante "Iscrivimi" sarai indirizzato ad una pagina per confermare il trattamento dei dati personali.


Contatta il Comune
Un pratico modulo da compilare per corrispondere direttamente con gli uffici comunali.


Sportello sanzioni on-line Polizia locale
Con questo servizio potete accedere ai dati relativi alle sanzioni amministrative elevate a vostro carico.


URP OnLine
Se ti iscrivi puoi inviare segnalazioni, suggerimenti e reclami.


Refezione scolastica
Gestisci in autonomia le ricariche del servizio di refezione scolastica.

torna all'inizio del contenuto